Alla Zanzara di Roma, il 5 maggio e il 10 giugno, va in scena l’aperitivo Cultural Alternativo


La Birra non esiste, esistono Le Birre. Pils, Lager, Bianche, d’Abbazia, Tripel, Trappiste, Lambic. E poi ancora Ale, India Pale Ale, Stout e Porter. Un mondo sconfinato, quello delle birre, che sempre di più appassiona gli Italiani. Non a caso la birra artigianale, i microbirrifici e i locali dedicati ad essa stanno prendendo sempre più piede nella nostra penisola, in particolare a Roma, dove ormai si può parlare di vera e propria birramania.

Proprio per questo Kuaska, autentico guru del settore, ha deciso di tornare nella Capitale per presentare  il suo nuovo format: l'Aperitivo Cultural Alternativo. Due incontri che puntano alla convivialità ma che allo stesso tempo hanno come scopo quello di raccontare il magico mondo delle birre artigianali.

Il tutto avverrà in esclusiva nei bellissimi spazi de lunedì 5 maggio a cui seguirà, all’incirca dopo un mese, quello di martedì 10 giugno (orario: dalle 19.00 alle 20.45).

 “La birra non esiste, esistono Le birre – sostiene Kuaska, al secolo Lorenzo Dabove – non è un semplice slogan. È la frase che più mi connota perché in poche battute riesce a far capire a chiunque si avvicini al mondo delle birre artigianali quanto questo sia affascinante e variegato. Nasce da queste considerazioni l’idea dell’Aperitivo Cultural Alternativo. Un momento di incontro dove poter raccontare chi produce, cosa produce e come lo produce. Due ore per imparare a (de)gustare le birra e a riconoscerne gli stili, il tutto in’atmosfera di grande convivialità”.

Kuaska, è riconosciuto all’unanimità come il massimo esperto italiano del settore. Milanese solo di nascita, ma con forti radici liguri, ha all’attivo molte pubblicazioni sull’argomento e vanta collaborazioni con le più accreditate  testate di tutto il mondo. Giudice nei principali concorsi internazionali, ha concepito per tutti gli appassionati romani un percorso decisamente interessante.

2 tappe, 4 etichette in degustazione, 2 grandi produttori ospiti come Luigi “Schigi” D’Amelio  del Birrificio Extraomnes e Agostino Arioli del Birrificio Italiano.

“Siamo molto orgogliosi di ospitare l’ “Aperitivo Cultural Alternativo” – sottolinea Paolo De Angelis, direttore de La Zanzara – non solo perchè Kuaska ha curato personalmente la nostra lista delle birre ma anche perché crediamo profondamente in questo prodotto, certi del fatto che la birra artigianale, come il vino, sta diventando un’altra delle grandi eccellenze del nostro Paese”.

PROGRAMMA DELLE SERATE:

Introduzione: "La birra non esiste, esistono le birre"

il momento magico della birra artigianale italiana

presentazione del birraio e del birrificio ospite

cenni propedeutici su come si degustano le birre artigianali 

che entri la prima birra e sua descrizione

degustazione guidata della prima birra artigianale

che entrino i primi stuzzichini in abbinamento

che entri la seconda birra e sua descrizione

degustazione guidata della seconda birra artigianale

che entrino i secondi stuzzichini in abbinamento

commenti finali,domande dei presenti e arrivederci alla prossima

 

Insomma, un momento da non perdere che si rivolge a tutti gli intenditori ma anche e, soprattutto, a chi vuole avvicinarsi per la prima volta alla scoperta delle birre artigianali.

Le date

·         5 maggio 2014 ore 19.00 – 20.45

·         10 giugno 2014 ore 19.00 – 20.45

La Zanzara Roma

tel 06.68392227

email: info@lazanzararoma.com

www.lazanzararoma.com

Evento Kuaska Aperitivo Cultural Alternativo/Pagina Facebook

Il costo dell’aperitivo è di 10,00 euro a persona.

 

 

Luigi "Schigi" D'Amelio, con il birrificio ExtraOmnes saranno i protagonisti del primo appuntamento.

Il birrificio Extraomnes nasce a Marnate, in provincia di Varese, e produce birre di chiara e dichiarata ispirazione belga sotto la guida di Luigi “Schigi” D’Amelio, recentemente eletto birraio dell’anno 2013.

Le birre in degustazione saranno La Triple e La Zest.

La Triple

L’ingannevole apparenza. Brillante, leggermente dorata, con una schiuma candida e pannosa. Olfatto floreale e piccante, ostenta fino all’ultimo sorso le sue innocenti origini di “pane liquido”, nata tra le mura di un monastero. Solo alla fine mostra la sua vera natura, con un caldo finale pepato ed etilico.

Birra ad alta fermentazione non pastorizzata rifermentata in bottiglia.
Alc. 8,6%Vol. 
Temperatura di servizio: 8-10° C.

La Zest Note Tecniche

Premio migliore birra  “Italia Beer festival Milano 2011”

Schiuma compatta, frastagliata, candida e persistente. Dorata con "vibrazioni" verdi.
Naso intenso, prorompente, quasi aggressivo, con un netto fruttato maturo di pesca noce bianca, uva spina e litchi quasi a coprire una delicata speziatura. In bocca l'attacco è dissetante grazie al corpo leggero e all'assenza di zuccheri residui. Finale secco, tagliente e prolungato.

Birra ad alta fermentazione non pastorizzata rifermentata in bottiglia e/o fusti.
Alc. 5,3% Vol.
Temperatura di servizio: 6-8° C.

 

Protagonisti del secondo appuntamento saranno il Birrificio Italiano e Agostino Arioli.

Il Birrificio, che lo scorso 3 aprile ha compiuto 18 anni, è stato uno dei primi e pochi birrifici pionieri nella produzione e promozione della birra artigianale in Italia. Un impegno costante, il loro,  nel cercare di tenere altissima la qualità delle proprie produzioni che quest’anno li ha visti vincere ben tre premi al concorso di Rimini  “Birra dell’Anno” 2014.

Le birre in degustazione saranno La Tipopils e La Nigredo.

La Tipopils Note Tecniche

Tipopils è un birra "archetipica". Corrisponde e incarna l'idea di birra chiara sedimentata nel nostro DNA nel corso di molti secoli. La Tipopils è un classico perchè ha un equilibrio ed una eleganza speciali. Un equilibrio che si realizza tra il malto e il luppolo, molto evidenti ma perfettamente integrati.
Le sensazioni boccali ne completano la grande piacevolezza. In bocca è una carezza morbida ma anche vivace e piena di fragranti profumi che risalgono fino al naso. Ha un gusto fresco che non stanca mai: è questa la chiave del successo della Tipopils.
Prodotta per infusione di malti d'orzo tipo Pilsener e Caramunich, fermentata con un popolarissimo lievito tedesco di bassa fermentazione. Luppoli tedeschi da amaro e da aroma, a caldo e a freddo. Viene grossolanamente filtrata per eliminare una parte dei lieviti. Non stabilizzata o pastorizzata, non contiene conservanti. Contiene i lieviti.

Colore: Giallo dorato. A volte leggermente velata per i lieviti in sospensione.
Alc. 5,2% Vol.

 

La Nigredo Note Tecniche

Nasce dalla evoluzione di una storica birra del Birrificio Italiano, la Negra!

Fermentata in bassa, luppolata con le modalità e le quantità tipiche di una Dark IPA, ma utilizzando solo luppoli tedeschi, tra i quali sopra tutti l’Hallertauer Mittelfrueh.

Non basta questo a spiegare gli intensi e meravigliosi aromi di luppolo nobile che questa birra sprigiona. Infatti Nigredo ha un segreto: parte del luppolo usato è stato previamente sottoposto ad un processo di tostatura che rende un profilo aromatico assolutamente unico. Pratica, questa, sinora sconosciuta nel mondo birrario che è nata nella Officina Alchemica di Limido Comasco, grazie alla continua curiosità e ricerca che muove questo Birrificio.

 

Birra nera
Alc. 6,5% Vol.


This is some text prior to the author information. You can change this text from the admin section of WP-Gravatar  To change this standard text, you have to enter some information about your self in the Dashboard -> Users -> Your Profile box.


Scarica PDF Scarica PDF
  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)